Centro Medico

Centro Medico
segreteria@centromedicoponticello.it
0585 41847
LUN-VEN: 9-19

Diagnostica

Diagnostica
segreteria@diagnosticamassa.it
0585 44449
LUN-VEN: 8.30-19 / SAB: 8.30-13

Le patologie della tiroide: quali sono e come identificare la loro insorgenza

Immagine di copertina per le patologie della tiroide

Come visto in questo articolo, la tiroide è una ghiandola endocrina situata alla base del collo che produce 2 ormoni importanti per l’organismo: la triiodotironina (T3) e la tiroxina (T4), entrambi coinvolti nel metabolismo basale, ovvero l’energia minima necessaria all’organismo per svolgere le sue funzioni vitali.

una dottoressa esegue un'ecografia alla tiroide

Le patologie della tiroide

L’Ipertiroidismo e l’ipotiroidismo rappresentano le più comuni patologie tiroidee: la prima caratterizzata, nella maggior parte dei casi, da un’iperfunzione tiroidea e quindi un’eccessiva produzione di ormoni tiroidei; la seconda caratterizzata da una ridotta funzione tiroidea e quindi una ridotta produzione di ormoni tiroidei.

Nelle aree geografiche a sufficiente apporto iodico la prima causa di ipotiroidismo primario è la tiroidite cronica autoimmune (o detta anche tiroidite linfocitaria o nota anche come tiroidite di Hashimoto, che prende il nome da colui che la descrisse la prima volta nel 1912). Colpisce preferenzialmente il sesso femminile con un rapporto di 5:1 rispetto al sesso maschile. La tiroidite cronica autoimmune clinicamente è caratterizzata dalla positività degli autoanticorpi circolanti anti-tireoperossidasi (anti-TPO) e anti-tireoglobulina (anti-TG) e da un aspetto ecografico tiroideo caratteristico.

Il Morbo di Basedow è una forma di ipertiroidismo ovvero una condizione caratterizzata da un aumento dell’attività secretoria di iodotironine da parte della tiroide.

La malattia di Graves-Basedow è una sindrome caratterizzata da ipertiroidismo e gozzo, talora da oftalmopatia (Oftalmopatia Basedowiana) e raramente da dermopatia (mixedema pretibiale).

Dal punto di vista epidemiologico la prevalenza è stimata intorno all’1.85%. La patologia rende conto del 60-80% di tutti gli ipertiroidismi, con una frequenza nettamente superiore nel sesso femminile ed un picco di incidenza compreso tra i 40 e i 60 anni.

La malattia di Graves è causata dalla presenza di autoanticorpi stimolanti il recettore del TSH (TRAb) che, attivando il recettore, determinano un aumento della sintesi e della secrezione degli ormoni tiroidei e causano pertanto l’insorgenza del gozzo diffuso. La malattia è caratterizzata da nervosismo, irritabilità, insonnia, ipercinesia, tremori, palpitazioni, dispnea da sforzo, fasi di depressione e astenia, dimagrimento, polifagia, alterazioni del ciclo mestruale, diarrea. la ghiandola è caratterizzata dal gozzo diffuso determinato dal processo iperplastico. Si presenta di consistenza parenchimatosa e uniforme.

Anche se meno frequenti, esistono altre forme di tiroiditi come la tiroidite di De Quervain (a verosimile origine virale), la tiroidite post-partum che insorge subito dopo aver partorito ed è generalmente temporanea, la tiroidite acuta (a verosimile origine batterica), la tiroidite fibrosa di Riedel.

Tra le patologie endocrine più frequenti troviamo il nodulo della tiroide, singolo o multiplo, più frequentemente benigno. La prevalenza del nodulo della tiroide aumenta con l’avanzare dell’età. Sono più frequenti nel sesso femminile, nelle aree a carenza di iodio e nei soggetti sottoposti ad irradiazione tiroidea. I noduli della tiroide sono nella stragrande maggioranza dei casi asintomatici.

I tumori della tiroide costituiscono circa il 5% di tutti i noduli tiroidei e comprendono il carcinoma papillare, il carcinoma follicolare, il carcinoma midollare e il carcinoma anaplastico della tiroide.

foto di un uomo che si tocca il collo

I sintomi legati a patologie della tiroide

A seconda della patologia tiroidea di cui si soffre, la sintomatologia può essere vaga o insorgere in modo tardivo come nel caso dei noduli tiroidei.

Fra i più comuni sintomi vi sono:

  • stanchezza
  • irritabilità
  • depressione
  • insonnia
  • difficoltà a concentrarsi
  • deficit della memoria
  • aumento della frequenza cardiaca
  • alti livelli di colesterolo nel sangue
  • alterazioni del ciclo mestruale
  • intolleranza al calore o al freddo
  • aumento o perdita di peso
  • difficoltà a deglutire
  • ingrossamento della tiroide
  • stipsi
  • pelle secca
  • fragilità di unghie e capelli

Gli esami diagnostici per identificare queste patologie

Un adeguato esame obiettivo della tiroide da parte del medico specialista endocrinologo è utile per riscontrare eventuali anomalie e ingrossamenti della ghiandola o la presenza di noduli.

Ulteriori indagini diagnostiche sono:

  • analisi del sangue
  • ecografia
  • ecocolor-Doppler
  • scintigrafia
  • agoaspirato

Mentre le analisi del sangue forniscono un’indicazione sulla concentrazione degli ormoni tiroidei in circolo nell’organismo, ecografia ed ecocolor-Doppler costituiscono un’analisi dettagliata morfologica e funzionale dell’organo compresa la sua vascolarizzazione.

L’agoaspirato, in particolare, fornisce un dato sulla tipologia del tessuto tiroideo analizzato al fine di rivelare la natura di eventuali neoplasie o porre il sospetto di esse.

Le terapie

La terapia varia a seconda della patologia.

Si può ricorrere a:

  • utilizzo di antitiroidei di sintesi per ridurre l’attività tiroidea;
  • intervento chirurgico (tiroidectomia) per l’asportazione totale o parziale della tiroide;
  • terapia radiometabolica che utilizza lo iodio radioattivo per distruggere in modo selettivo le cellule tiroidee anomale;
  • terapia “sostitutiva” mediante l’uso di ormone sintetico (levotiroxina) che sostituisce la tiroide malfunzionante.
Dott.ssa Carlotta Giani

a cura di

Dott.ssa Carlotta Giani

Endocrinologa presso Centro Medico Ponticello

Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Centro Medico Ponticello è il più grande centro specialistico dell’Alta Toscana dedicato alla prevenzione, alla riabilitazione e alla salute di tutta la famiglia. 

>> leggi di più

Logo Diagnostica Massa@3x

Diagnostica Massa è un istituto di ricerche cliniche e diagnostiche a servizio dei pazienti che ricercano efficienza, professionalità, velocità di servizio.

>> leggi di più

Ultimi articoli
Categorie

Vuoi leggere più articoli come questo?
Iscrivi alla nostra newsletter!

Puoi cancellarti in qualunque momento

Leggi anche

Ponticello Informa

Menopausa e Sistema Nervoso Centrale: come fare prevenzione

Il Sistema Nervoso Centrale (SNC) è anch’esso influenzato dalla condizione menopausale e inizia a manifestare in premenopausa (il periodo che precede la menopausa, ovvero spesso attorno ai 45 anni) i primi sintomi legati intimamente all’oscillazione dei livelli ormonali tipica di questa fase della vita di ogni donna.

movember mese prevenzione uomo
Ponticello Informa

Il mese della prevenzione maschile: teniamo sotto controllo prostata e apparato urinario

Le patologie dell’apparato urinario sono molto frequenti sia nell’uomo che nella donna.
La diagnosi delle patologie maligne dell’apparato urinario, negli ultimi anni, è notevolmente aumentata grazie alla prevenzione che permette di diagnosticare tumori allo stadio iniziale o asintomatici ma anche perché vi è stato un aumento significativo dell’incidenza correlato a svariati fattori quali lo stile di vita, fattori ambientali, ormonali e alla dieta.