Centro Medico

Visite specialistiche
segreteria@centromedicoponticello.it
0585 41847
LUN-VEN: 9-19

Centro Medico

Diagnostica
segreteria@diagnosticamassa.it
0585 41847
LUN-VEN: 8:30-19 | SAB: 8:30-13

Reumatologia

Illustrazione rappresentativa di reumatologia

La reumatologia è la branca della medicina che si occupa delle malattie reumatiche, patologie caratterizzate dall’infiammazione di articolazioni, muscoli, ossa e, a volte, altri organi interni (reni, polmoni, vasi sanguigni e cervello).

Il reumatologo si occupa quindi di diagnosticare, trattare e gestire dal punto di vista medico i pazienti affetti da malattie reumatichecome ad esempio l’artrite o l’osteoporosi. Il suo obiettivo è assicurare al paziente la migliore qualità di vita possibile non solo prescrivendo farmaci, trattamenti o altre visite specialistiche, ma anche indicando all’interessato e ai suoi familiari il modo migliore per convivere con disturbi di tipo cronico.

Quali sono le patologie trattate dal reumatologo?

Le malattie più spesso trattate dal reumatologo sono:

  • i reumatismi infiammatori, come i reumatismi articolari acuti e l’artrite reumatoide
  • le connettiviti, ad esempio il lupus eritematoso sistemico, la sindrome di Sjögren, la polimiosite, la dermatomiosite, la sclerodermia e le vasculiti
  • le artriti causate da agenti infettivi, come la malattia di Lyme
  • le artropatie da alterazioni metaboliche, come la gotta
  • le spondiloartropatie
  • malattie degenerative come l’artrosi
  • reumatismi extrarticolari, ad esempio fibromialgia, borsite e periartrite
  • le malattie delle ossa, ad esempio l’osteoporosi, l’osteomalacia e il morbo di Paget
  • il morbo di Raynaud
  • i sintomi reumatici associati ad altre patologie
  • le sindromi paraneoplastiche e alcune neoplasie

Quali sono le procedure più utilizzate dal reumatologo?

Il reumatologo può utilizzare molte procedure diverse per diagnosticare e trattare i reumatismi. Fra le più utilizzate sono inclusi:

  • esami del sangue
  • esami delle urine
  • esami del liquido sinoviale
  • radiografia
  • ecografia articolare
  • TAC
  • RM
  • artroscopia
  • capillaroscopia

Può prescrivere farmaci e consigliare il riposo, un’attività fisica adeguata, un’alimentazione bilanciata, metodi per ridurre lo stress, l’uso di una protezione solare adeguata e, se necessario, un intervento chirurgico.

Quando fissare una visita reumatologica?

Individuando una malattia reumatica per tempo è possibile ridurre al minimo le sue complicazioni a lungo termine. Per questo è importante fissare una visita reumatologica in caso di:

  • gonfiore alle articolazioni;
  • debolezza;
  • mal di testa (magari con problemi alla vista) o febbre associati a ves elevata;
  • dita bianche o blu, soprattutto se associate ad ulcere;
  • comparsa di gonfiori e tensione alla pelle delle mani e dei piedi;
  • sfoghi cutanei associati a dolore alle articolazioni o febbre;
  • rigidità mattutina o mal di schiena che si aggrava al mattino e diminuisce con l’attività fisica.

Presso Centro Medico Ponticello è possibile svolgere le seguenti prestazioni:

Medici di riferimento

profile-placeholder

DR.SSA PARMA ALICE

Dal blog

Patologie cardiovascolari
Ponticello Informa

L’incidenza delle patologie cardio circolatorie: chi è più a rischio?

In occasione del mese della prevenzione cardiovascolare, abbiamo fatto qualche domanda al dott. Franco Pambianco, cardiologo presso Centro Medico Ponticello.
Il dott. Pambianco opera da quasi 40 anni nel campo della diagnosi e della cura delle patologie cardiovascolari e il suo punto di vista rappresenta una vera e propria fotografia panoramica della casistica di questi disturbi sul territorio.

Melanoma
Ponticello Informa

Il melanoma cutaneo: come identificarlo e come fare prevenzione

Il melanoma cutaneo è un tumore che deriva dalla trasformazione tumorale dei melanociti, alcune delle cellule che formano la pelle. La pelle è l’organo più esteso del nostro corpo ed è formata da tre strati: l’epidermide, il derma e il tessuto sottocutaneo o grasso. I melanociti fanno parte, insieme ai cheratinociti, dell’epidermide e hanno il compito di produrre melanina, un pigmento che protegge dagli effetti dannosi dei raggi solari. In condizioni normali i melanociti possono dar luogo ad agglomerati scuri visibili sulla superficie della pelle e noti come nei (nevi è il termine medico).

soffio al cuore
Ponticello Informa

Il soffio al cuore: quando preoccuparsi?

Il battito del cuore produce dei rumori caratteristici. L’apertura e la chiusura delle valvole cardiache generano i toni cardiaci, il classico “tump tump” che ben conosciamo. Tuttavia, un flusso di sangue più o meno turbolento che passa attraverso le valvole può accompagnare i toni determinando i cosiddetti soffi.
Il soffio al cuore è quindi un rumore che il medico può percepire rilevando diversi gradi d’intensità, da molto deboli a molto intensi.
Vediamo in cosa consiste questa caratteristica e quando essa può costituire un problema per la salute.

Per informazioni

    0585 44449

    Email segreteria@centromedicoponticello.it