Centro Medico

Visite specialistiche
segreteria@centromedicoponticello.it
0585 41847 (selezione 2)
LUN-VEN: 9-19

Centro Medico

Diagnostica
segreteria@diagnosticamassa.it
0585 41847 (selezione 1)
LUN-VEN: 8:30-19 | SAB: 8:30-13

Ginecologia e Ostetricia

icona rappresentativa del servizio di ginecologia

Il ginecologo studia l’apparato riproduttivo femminile e le patologie e disfunzioni che possono colpirlo, come:

  • irregolarità del ciclo
  • neoformazioni
  • endometriosi
  • menopausa precoce.


Parallelamente alla patologia, il ginecologo si occupa anche di prevenzione, assiste nella scelta riguardo la terapia contraccettiva e quindi anche di pianificazione familiare.

Il ginecologo assiste la donna in tutte le fasi della vita: dai primi rapporti sessuali, dando informazioni su come proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibili, ma anche su temi legati ad una sessualità serena.
Sarà inoltre una guida e presenza costante durante la gravidanza e nei casi di infertilità, fornendo consigli e guidando sulla possibilità di avvalersi di percorsi di procreazione assistita.
Non da ultimo il ginecologo accompagna il passaggio dall’età fertile alla menopausa, informando sul significato di nuovi segni, sintomi o disturbi e proponendo diverse terapie diverse per ogni donna.

Ginecologia e Ostetricia

Di cosa si occupa il ginecologo?

Riassumendo, si può affermare che il ginecologo/ostetrico è da considerarsi come la figura di riferimento per:

  • Valutare lo stato di salute dell’apparato genitale femminile;
  • Diagnosticare disturbi, patologie e alterazioni dell’apparato riproduttivo;
  • Prescrivere trattamenti farmacologici atti alla cura dei suddetti disturbi e malattie;
  • Prescrivere, se necessario e/o richiesto dalla paziente, il metodo di contraccezione più idoneo;
  • Seguire ed aiutare le donne con difficoltà nel concepimento e con sospetta infertilità.

Oltre a quanto sopra riportato, il ginecologo/ostetrico si occupa anche di:

  • Rispondere ai dubbi e alle preoccupazioni delle donne di qualsiasi età inerenti il proprio apparato genitale, la propria intimità, la propria sessualità, ecc.;
  • Fornire informazioni relative all’educazione sessuale e consigli su come evitare i comportamenti a rischio (queste informazioni sono utili in particolar modo – ma non esclusivamente – alle ragazzine e alle giovani donne che si sottopongono alla prima visita ginecologica);
  • Seguire la donna durante la gestazione così come nel periodo post-gravidanza;
  • Seguire la donna durante la menopausa.
Visita Ginecologica

Quando ricorrere al ginecologo?

Tutte le donne al di sopra dei 18 anni di età e/o sessualmente attive dovrebbero sottoporsi a visite ginecologiche per verificare il proprio stato di salute. 

È ancor più importante farsi visitare nel caso in cui si presenti uno o più di questi sintomi, che potrebbero indicare la presenza di una patologia: 
 
  • Frequente bisogno di urinare o bruciore durante l’urinazione;
  • Perdite di muco vaginale insolitamente abbondanti, di odore e colore diverso rispetto alla norma;
  • Bruciore vaginale, dolore durante i rapporti sessuali (dispareunia);
  • Addome insolitamente gonfio;
  • Dolore pelvico diverso dal solito dolore dovuto a mestruazioni oppure insolita pressione sulla pancia;
  • Area vaginale arrossata, secca, che prude o brucia, sanguinante o che rilascia eccessivo liquido vaginale;
  • Dolori o bozzi nell’area genitale;
  • Perdite di sangue tra un ciclo e l’altro;
  • Mestruazioni dolorose e/o molto abbondanti;
  • Interruzione del ciclo mestruale per più di tre mesi o mestruazioni ravvicinate (ogni 15 giorni);
  • Seno che cambia forma, con presenza di noduli palpabili e/o con secrezioni dal capezzolo;
  • Perdita di sangue in gravidanza, contrazioni precoci;
  • Sanguinamento dopo la menopausa.

Un centro specifico per la menopausa

Presso Centro Medico Ponticello è recentemente stato istituito il Centro Menopausa, il percorso personalizzato e multispecialistico atto ad accompagnare la donna in menopausa e perimenopausa verso il mantenimento della salute e del benessere psicofisico.

Maggiori informazioni qui:

Presso Centro Medico Ponticello è possibile svolgere le seguenti prestazioni:

Medici di riferimento

Elena Cecchi

Dr.ssa CECCHI ELENA

Dr.ssa Giuntini Arianna

profile-placeholder

Dr.ssa Lanfredini Nora

profile-placeholder

Dr.ssa Matteucci Cristiana

profile-placeholder

Dr.ssa Sergiampietri Claudia

Nicoletta-Spirito

Dr.ssa Spirito Nicoletta

albanesi gianluca

Dr. Albanesi Gianluca

Fabio Buzzella

Dr. Buzzella Fabio

Ghelardi Alessandro

Dr. Ghelardi Alessandro

Paolo Migliorini avatar

Dr. Migliorini Paolo

Dal blog

alimentazione gravidanza
Gravidanza e dintorni

L’alimentazione in gravidanza e allattamento

È ampiamente dimostrato che l’alimentazione ha una diretta influenza sulla salute della gestante, sull’andamento della gravidanza e sullo stato di nutrizione del neonato. Proprio per questo, oggi illustrerò le linee guida generali che possono aiutare a mantenere lo stato di salute della diade mamma-feto sia nei mesi prima della nascita, sia nel periodo dell’allattamento.

Ponticello ti cura

La prevenzione ginecologica secondo Centro Medico Ponticello

È scientificamente provato che la prevenzione ginecologica rappresenta lo strumento più importante a tutela della salute di ogni donna.
Risulta quindi molto importante che ogni donna dai 30 anni si prodighi, tramite esami semplici e poco invasivi, a ridurre la possibilità che una determinata malattia si verifichi. Qualora quest’ultima si verificasse, bisogna agire il prima possibile per la risoluzione della stessa.

A tal proposito Centro Medico Ponticello scende in campo con il Mese Rosa, un’iniziativa semestrale che garantisce da quest’anno anche controlli ginecologici con ecografia a prezzo contenuto.

Prevenzione osteoporosi
Ponticello Informa

Osteoporosi e prevenzione: i campanelli d’allarme

Sfortunatamente, l’osteoporosi è una patologia silente, che di per sé non da sintomi facilmente individuabili.
Dolori alle ossa, aumento della curvatura della schiena, riduzione dell’altezza sono spesso i segnali indicativi delle conseguenze più temibili della patologia, cioè delle fratture da fragilità che si presentano spontaneamente e senza un trauma diretto.
Risulta quindi indispensabile identificare precocemente i fattori di rischio e ricavare questi “campanelli d’allarme” dalla nostra storia familiare o dal nostro stile di vita. Vediamo come!

Branche correlate

Diagnostica

Per informazioni

    0585 44449

    Email segreteria@centromedicoponticello.it